I verbali degli stupri e i doveri dei giornalisti

Uno scambio tra Cinzia Sciuto e Marco Travaglio a proposito delle cronache sui fatti di Rimini e di Firenze
scritto da ytali

Riprendendola dal blog animabella, pubblichiamo qui di seguito – considerandola interessante e condivisibile – una lettera che Cinzia Sciuto ha inviato al direttore del Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, e la sua risposta (entrambe uscite sul Fatto):

Caro direttore,
ho letto il tuo editoriale sul Fatto di ieri [12 settembre] e lo condivido parola per parola, tranne in un punto importante che credo sia necessario sottolineare. Scrivi:

Sugli stupri di Rimini e Firenze, tv e giornali hanno pubblicato i verbali, fin nei minimi e più raccapriccianti dettagli, degli indagati e addirittura delle vittime. (…) Secondo noi, è giusto così, visto l’interesse pubblico delle notizie.

No, caro direttore, non è giusto così. Non è giusto conoscere i dettagli di come una donna è stata violata.

per proseguire la lettura clicca QUI

I verbali degli stupri e i doveri dei giornalisti ultima modifica: 2017-09-13T14:46:06+00:00 da ytali

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lascia un commento