Nuovo allarme celiachia. Cosa dice il dottor Mozzi

Nell'ultima Relazione del ministero della salute sulla patologia legata all'intolleranza al glutine si descrive un fenomeno in continua crescita. Ma l'insidia non riguarda solo i celiaci. Ecco cosa ci disse sul tema il dottore della dieta dei gruppi sanguigni in un'intervista dello scorso maggio
scritto da ytali

Aumenta il numero dei celiaci in Italia: nel 2016 il numero totale delle nuove diagnosi è stato infatti di 15.569, oltre 5.000 diagnosi in più rispetto all’anno precedente, e risultano diagnosticati in Italia 198.427 celiaci (di cui 2/3 appartenenti alla popolazione femminile e 1/3 a quella maschile). Molti, però, sono gli italiani che non sanno di essere malati: si stima che siano circa 408.000, infatti, i celiaci non ancora diagnosticati. È il quadro tracciato nell’ultima Relazione annuale del ministero della Salute al parlamento sulla celiachia, relativa al 2016. Le Regioni in cui si sono registrate maggiori nuove diagnosi sono la Lombardia con +5.499 diagnosi, seguita dal Lazio con +1.548 diagnosi e dall’Emilia Romagna con +1.217… (ansa) [prosegui la lettura cliccando qui]

Lo scorso 20 maggio su questa rivista, avevamo interpellato il dottor Piero Mozzi a conclusione della settimana nazionale della celachia, un’iniziativa che poneva in evidenza i dati allarmanti della diffusione della patologia alimentare legata al consumo di alimenti con glutine.

Quanto ci disse allora il medico noto per il bestseller “La dieta del dottor Mozzi” – la “bibbia” della dieta dei gruppi sanguigni e della combinazioni alimentari – sembra trovare ulteriore conferma in quest’ultimo rapporto del ministero della salute.

Ne consigliamo la lettura o la ri-lettura (cliccando qui)

 

Nuovo allarme celiachia. Cosa dice il dottor Mozzi ultima modifica: 2018-01-22T16:49:10+00:00 da ytali

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lascia un commento