Calenda batterà i record di Berlinguer e Bertinotti?

La fulminea ascesa del ministro dello sviluppo economico al vertice di un partito ha un paio di illustri precedenti...
scritto da ALDO GARZIA

Un aristocratico che si è iscritto giovanissimo alla Direzione del partito.

Così Giancarlo Pajetta, che non le mandava a dire, bollò una volta Enrico Berlinguer. Forse quel tenebroso dirigente di Sassari all’inizio non gli piaceva molto perché non apparteneva alla generazione eroica di Palmiro Togliatti, Luigi Longo e dei Pajetta.

Gian Carlo Pajetta e Enrico Berlinguer al XII Congresso del Pci (Bologna, 1969)

In verità, Berlinguer – classe 1922 – era entrato nella Direzione del Pci nel 1960 come responsabile dell’organizzazione dopo una gavetta nei giovani comunisti ed era stato nominato nella segreteria nel 1963, prima di essere eletto segretario nel 1972.
L’ipotetico record di Berlinguer è stato battuto da Fausto Bertinotti, che nel gennaio 1994, iscrittosi al partito solo nel settembre dell’anno prima, fu eletto segretario di Rifondazione comunista (incarico ricoperto fino al 2006).

L’ex dirigente della Cgil, leader della componente di sinistra Essere sindacato, si trovò catapultato al vertice di Prc a causa della crisi della segreteria di Sergio Garavini e dell’impossibilità di trovare un successore all’interno che mettesse d’accordo le varie anime del partito.

Armando Cossutta e Fausto Bertinotti

Fino al 1993 era restato nel Pds con Pietro Ingrao, non seguendo Armando Cossutta, Lucio Magri e Garavini nell’idea di fondare un nuovo partito convinto che occorresse rimanere comunque nel “gorgo” delle scelte compiute dalla maggioranza dell’ex Pci.

Carlo Calenda al Circolo Pd Roma centro, 9 marzo 2018

Il record di Bertinotti è ora minacciato da Carlo Calenda, ministro dello sviluppo economico uscente, che si è iscritto al Pd lo scorso 6 marzo. Se fosse eletto segretario del Pd nella prossima Assemblea del partito prevista per aprile, Calenda potrebbe battere l’ex presidente della camera in quanto a velocità supersonica di una carriera politica.

I beni informati, dicono che non sarà così e che la spunteranno Paolo Gentiloni o Graziano Delrio, più quotati di Nicola Zingaretti appena rieletto governatore del Lazio alle prese con una maggioranza traballante. Il record di Bertinotti può stare al sicuro?

Calenda batterà i record di Berlinguer e Bertinotti? ultima modifica: 2018-03-10T16:30:41+00:00 da ALDO GARZIA

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lascia un commento