Immigrazione? “Cosa buona” per il 75% degli americani

Da un sondaggio condotto dalla Gallup emerge che la stragrande maggioranza è contro Trump proprio sul tema-chiave della sua politica interna
scritto da JOHN JAY DEER

La stragrande maggioranza degli americani considera l’immigrazione “a good thing”, “una cosa buona”.

Più precisamente il 75 per cento. È quanto rileva un sondaggio condotto dalla Gallup tra il primo e il 13 giugno.

È una cifra record, mai registrata prima, dal 1999, dacché l’importante istituto di sondaggi ha iniziato a scandagliare l’umore degli americani sul tema più caldo nelle cronache del nostro tempo: l’immigrazione. Lo scorso anno fu il 71 per cento a dirsi favorevole all’immigrazione, con il 19 per cento contrario.

In realtà, la grande maggioranza degli americani si è sempre detta a favore dell’immigrazione, un orientamento abbastanza omogeneo in tutti i settori della popolazione.

Solo nel 2002, l’anno dopo l’attacco terroristico alle torri gemelle, ci fu un calo significativo, con poco meno di metà dei repubblicani e degli indipendenti d’orientamento repubblicano che giudicava l’immigrazione una cosa buona, mentre sul fronte democratico era il 58 per cento il fronte favorevole (quindi, comunque, la maggioranza degli americani, il 52 per cento, vedeva positivamente l’immigrazione).

Per la prima volta, quest’anno, Gallup ha differenziato la terminologia, tenendo conto del proposito di Trump di intervenire anche sull’immigrazione legale, per ridurla.

Il sondaggio si è così rivolto a una metà del campione chiedendo che cosa prova rispetto alla “immigrazione legale” e all’altra metà ponendogli un quesito che non specificava il tipo d’immigrazione.

È emerso così che gli americani sembrano ben disposti a sostenere l’immigrazione legale. L’84 per cento la considera una buona cosa per gli Stati Uniti, nove punti in più rispetto alla “immigrazione” senza ulteriori specificazioni.

Tra gli intervistati di tendenza repubblicana l’ottanta per cento si dice a favore della “immigrazione legale”, contro il 92 per cento dei simpatizzanti democratici.

Il grafico della Gallup mostra l’opinione degli americani sull’immigrazione dal 1999. Le linee verde (che sia tenuta ai livelli attuali), nera (che sia aumentata), grigia (che sia diminuita) rappresentano la risposta alla domanda: l’immigrazione dovrebbe essere tenuta ai livelli attuali, diminuita o aumentata?

A conferma di questi dati, da un altro rilevamento della Gallup risulta che solo il 29 per cento degli americani ritiene che l’immigrazione dovrebbe diminuire, contro il 39 che vuole mantenerla ai livelli attuali e il 28 per cento che ne sostiene l’aumento.

Commentando questi e altri dati, il sito della Gallup osserva che

l’opinione pubblica è in contrasto con Trump sulla questione (della costruzione) di un muro (lungo la frontiera con il Messico) ed è decisamente favorevole a che sia consentito ai bambini del programma DACA* di restare negli Usa e di avere accesso a un percorso per l’ottenimento della cittadinanza americana.

Più in generale, il forte convincimento che l’immigrazione sia una buona cosa per il paese e che i livelli d’immigrazione non debbano essere diminuiti pone il presidente e il Congresso di fronte a decisioni toste nella prospettiva delle elezioni di medio termine.

 

Gli americani considerano l’immigrazione una cosa buona. La linea verde (tutti gli adulti), la rossa (repubblicani e simpatizzanti repubblicani), la blu (democratici e simpatizzanti democratici)

La camera di rappresentanti s’appresta a votare misure cruciali della politica sull’immigrazione del presidente Trump, tra cui il DACA e la costruzione del muro di frontiera.

Nel frattemnpo, nei giorni scorsi, Trump ha dovuto cedere alle pressioni dell’opinione publica, dopo l’orrore degli oltre duemila bambini immigrati trattenuti in campi di detenzione separati dalle loro famiglie con cui avevano oltrepassato illegalmente il confine tra Messico e Usa. Il presidente ha firmato un ordine esecutivo perché i figli degli immigrati illegali siano tenuti negli stessi campi di detenzione con i genitori.

Favorevoli a un percorso verso la cittadinanza per gli immigrati entrati illegalmente negli Usa da bambini

*Il DACA (Deferred Action for Childhood Arrivals) prevede misure a favore degli immigrati entrati illegalmente da bambini negli Usa con i loro genitori.

Immigrazione? “Cosa buona” per il 75% degli americani ultima modifica: 2018-06-23T22:27:30+00:00 da JOHN JAY DEER

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

1 commento

La Rassegna Stampa del CRS - CRS - Centro per la Riforma dello Stato 27 giugno 2018 a 13:54

[…] John Jay Deer, “Immigrazione? “Cosa buona” per il 75% degli americani”, ytali.com, 2… […]

Reply

Lascia un commento