Storie di razzismo quotidiano

Secondo un report di Lunaria tra aprile e settembre 2018 vi sono stati 304 casi di discriminazione e razzismo, 488 dall’inizio dell’anno. Un'interrogazione della deputata Ciampi.
scritto da GIORGIO FRASCA POLARA

Questa è l’avventura di una giovane donna italiana, medico, di madre ugandese e padre italiano, cresciuta a Pisa dove si è prima laureata e poi abilitata alla professione. La ragazza cerca casa in affitto, e risponde ad un annuncio che reca una condizione: “per italiani”. Ecco il colloquio tra il medico e la potenziale affittuaria:

Medico: “Sono italiana, figlia di genitori italiani, ma sono un po’ scuretta. Potrebbe essere un problema”?

Affittuaria (che non coglie l’ironia): “Non è per studenti, grazie”.

Medico: “Sono un medico, non una studentessa. Ecco la documentazione. Ma pensa che ci possano essere problemi per la questione che le ho accennato?”.

Affittuaria (offesa): “Scusa, eh, ma mi hai preso per una preistorica?”.

Medico: “Preistorica non so, ma specificare, nell’annuncio, tra i criteri di selezione, la nazionalità è comunque abbastanza lontano dal mio concetto di modernità”.

Affittuaria (che sbotta): “Allora non rompere i coglioni alla gente perché sì, qua siamo italiani, razzisti e fascisti se lo vuoi sapere. Viva l’Italia”.

Sin qui l’illuminante colloquio. Il commento della dottoressa nel raccontare la sua avventura al Tirreno: “Nel mio caso non sono le origini ma il colore della mia pelle a fare tutta e solo la differenza. Punto”.

Il colloquio viene riferito in un’interrogazione al presidente del Consiglio e al ministro dell’interno dalla deputata pisana del Pd Lucia Ciampi. La quale segnala che in un report dell’Associazione Lunaria emerge che tra aprile e settembre 2018 vi sono stati 304 casi di discriminazione e razzismo, 488 dall’inizio dell’anno: aggressioni fisiche, violenze verbali e discriminazioni istituzionali. E ricorda che la così detta legge Mancino (la n. 205 del 25 giugno 1993) reprime l’incitamento alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi.

In conclusione, Lucia Ciampi chiede a Conte e a Salvini

se non ritenga necessario effettuare un monitoraggio sugli episodi connotati da finalità di discriminazione o di odio tecnico, nazionale, razziale o religioso, fornendo ogni utile elemento al riguardo; ovvero assumere iniziative per agevolare l’attività di organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi che hanno tra i loro scopi le medesime finalità di contrasto a tali episodi, [e] quali iniziative di competenza intendano adottare per la diffusione di una cultura della tolleranza e del reciproco rispetto.

A proposito di razzismo, i giornali raccontano la storia della bambina, figlia di immigrati, espulsa dalla mensa scolastica perché i genitori erano in ritardo nel pagamento della retta. Stessa storia che si svolse a Lodi, e non è certo un caso che, come a Lodi, quest’altro caso sia esploso a Minerve (Verona): in tutti e due i comuni governa la Lega di Salvini. Ma in quest’ultimo caso alle proteste si sono aggiunti atti di solidarietà: il calciatore dell’Inter Candreva ha annunciato che provvederà lui a saldare il debito e a pagare la retta per la mensa della bambina.

Commento di Emanuele Macaluso sulla sua rubrica giornaliera su Facebook:

Se elenchiamo i casi in cui il razzismo si manifesta con brutalità, come sfida politico-culturale, vediamo che l’infezione tocca oramai tutte le regioni italiane e sembra che la Lega ne lucri elettoralmente. Nei casi come quello di Minerve è la durezza del cuore degli amministratori che mi colpisce, anche perché si tratta di comunità che, soprattutto nel Veneto, hanno una tradizione cattolica.

Soggiunge Macaluso che

proprio in queste comunità, in questi anni, è cresciuto un personale politico cinico, legato agli interessi di potere, e adesso la parola d’ordine “prima gli italiani” serve anche a cancellare la morale cattolica. Infatti le esortazioni e gli ammonimenti di Papa Francesco sono oramai acqua fresca. Nel Veneto il perbenismo del presidente della regione Zaia può convivere con questa brutalità razzista. 

Storie di razzismo quotidiano ultima modifica: 2019-04-09T17:31:14+02:00 da GIORGIO FRASCA POLARA

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lascia un commento