“Coco” Gauff, presente e futuro del tennis

È la più giovane nella classifica delle cento tenniste più forti al mondo. E i suoi match sono sempre quelli tra i più seguiti negli Stati Uniti.
scritto da ROBERTO BERTONI

Compirà sedici anni il prossimo 13 marzo, non è ancora maggiorenne ed è nata quattro anni dopo la conclusione del “Secolo breve”; fatto sta che Cori “Coco” Gauff ha già conquistato una pagina encomiastica sul New York Times, un articolo a firma Christopher Carey nel quale si parla del suo aver mostrato, in un confronto con Venus Williams, “potere e finezza”. Ebbene, ciò che colpisce di questa adolescente della Florida, nata a Delray Beach, nella contea di Palm Beach, è che affronta ogni avversaria con una disinvoltura incredibile per una campionessa alle prime armi.

Impressiona per autorevolezza, talento, testa, per come scende in campo e per come riesce a valorizzare il suo gioco, per il suo non aver paura di niente e di nessuno, per la sua capacità di affrontare e talvolta anche sconfiggere i propri idoli e per il suo vivere con sorprendente naturalezza un’ascesa che può stupire solo se non si conosce la tempra di questa ragazza.

Quasi una fanciulla, nel pieno dello sviluppo ma già matura, già pronta, già in grado di imporre le proprie regole e di far compiere un passo avanti all’intera categoria. Una sorta di empowerment, sportivo e femminile, come se questa ragazza si fosse attribuita il compito di rubare la scena ai Federer, ai Nadal, ai Đoković, una Sharapova più efficace dell’originale, più determinata, probabilmente pronta a compiere maggiori sacrifici pur di entrare nel gotha di uno sport che nell’ultimo quindicennio ha visto l’affermarsi di moltissime tenniste, ormai riconosciute e stimate al pari dei colleghi maschi.

Diciamo, dunque che “Coco” potrebbe far compiere al tennis il definitivo salto di qualità, contribuendo in maniera decisiva alla parità fra i sessi, al progresso di cui ha bisogno la nostra società e all’emancipazione di un genere per troppo tempo ritenuto erroneamente inferiore, soprattutto per quanto concerne la forza fisica, l’intraprendenza e l’abilità istrionica nel tenere la scena.

“Coco” Gauff è una figlia del Duemila, una sicura protagonista del presente e del futuro, colei che potrebbe prendere per mano il tennis e renderlo un esempio di assoluta modernità. Ai recenti Australian Open ha dimostrato di che pasta è fatta e non può che migliorare. E questa sì che è una gran notizia. 

“Coco” Gauff, presente e futuro del tennis ultima modifica: 2020-02-14T17:41:26+01:00 da ROBERTO BERTONI

VAI AL PROSSIMO ARTICOLO:

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lascia un commento