“Racconti contagiosi”. Video-conversazione con Siegmund Ginzberg

Un corposo e dotto viaggio letterario attraverso la storia dell’umanità scandita dalle epidemie. Intervista con l’autore, giornalista di lungo corso e saggista.
BARBARA MARENGO
Condividi
PDF

I Racconti contagiosi di Siegmund Ginzberg, da poco usciti da Feltrinelli, sono un corposo e dotto viaggio letterario attraverso la storia dell’umanità scandita dalle epidemie. Scritti nei primi mesi dell’emergenza Covid-19 dello scorso anno, e oggi più che mai attuali alla luce delle recentissime misure di contenimento in Italia e non solo, i Racconti spaziano nella letteratura, nella filosofia, nell’arte, presentando al lettore vari brani di autori antichi e antichissimi sul tema del contagio, che sempre ha accompagnato la storia dell’umanità, fosse peste o colera, lebbra o vaiolo, “spagnola” o Aids. 

Siegmund Ginzberg, nato a Istanbul da famiglia ebraica e formatosi a Milano, giornalista e scrittore, è stato corrispondente nella sua lunga carriera per l’Unità da molti paesi da Oriente a Occidente. 

Dalla Bibbia a Manzoni, da Poe a Shakespeare, da Tucidide a Svevo: Ginzberg ha esaminato un’immensa produzione letteraria concentrata in questi Racconti contagiosi che offrono una volta di più occasione di riflessione profonda sul nostro presente.

Nell’intervista che segue Ginzberg fa il punto anche sulla sua precedente opera letteraria Sindrome 1933, e inserisce nell’immediata attualità i recenti sconcertanti avvenimenti della fine dell’epoca Trump negli Usa.

“Racconti contagiosi”. Video-conversazione con Siegmund Ginzberg ultima modifica: 2021-01-18T20:41:51+01:00 da BARBARA MARENGO

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lascia un commento