“Gainsbourg. SCANDALE!”. Video-conversazione con J. Radulović

A trent’anni dalla morte dell’eclettico artista, del sex symbol che sedusse BB e Juliette Gréco, e infine Jane Birkin, un libro ci racconta chi era veramente. Abbiamo intervistato l’autrice.
scritto da BARBARA MARENGO
Condividi
PDF

Chi non ricorda note e parole della canzone-scandalo che a fine anni Sessanta turbò stuoli di adolescenti e fu oggetto di strenua censura da parte della Rai e del Vaticano? “Je t’aime… moi non plus” sospiravano Serge Gainsbourg e Jane Birkin da ogni giradischi o cassetta, era il 1969 e autore della canzone nonché sensuale cantante era lui, Serge Gainsbourg. A trent’anni dalla sua morte, avvenuta nel 1991 a Parigi, un libro che è riduttivo definire semplice “biografia” ci racconta chi era veramente Serge, sex symbol che sedusse Brigitte Bardot e Juliette Gréco, per arrivare a Jane Birkin che ancora oggi mantiene viva la memoria del musicista, poeta, attore, che le ha dato una figlia, l’attrice Charlotte.

Gainsbourg SCANDALE! è il titolo del libro scritto da Jannifer Radulović per le edizioni Paginauno, unica biografia dell’artista francese già in libreria. Un ritratto dettagliato, una vita che si legge come un romanzo e che cavalca il secolo passato attraverso le persecuzioni razziali naziste della seconda guerra mondiale, gli studi, l’educazione, l’origine ebraica, gli amori, la timidezza e molto altro, che fanno di Serge al secolo Lucien un personaggio veramente speciale. L’autrice Jennifer Radulović, storica e divulgatrice, racconta la genesi della sua opera. 


ytali è una rivista indipendente. Vive del lavoro volontario e gratuito di giornalisti e collaboratori che quotidianamente s’impegnano per dare voce a un’informazione approfondita, plurale e libera da vincoli. Il sostegno dei lettori è il nostro unico strumento di autofinanziamento. Se anche tu vuoi contribuire con una donazione clicca QUI


“Gainsbourg. SCANDALE!”. Video-conversazione con J. Radulović ultima modifica: 2021-02-28T14:29:08+01:00 da BARBARA MARENGO

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lascia un commento