La vergogna del Canada. Si apra subito un’inchiesta

Indignazione e richiesta di giustizia dopo il ritrovamento dei resti di 215 bambini in una scuola residenziale. ytali ha dedicato da tempo e nel tempo diversi articoli alle vicende dei popoli indigeni nordamericani e a quella al centro della cronaca in questi giorni. Li riproponiamo ai nostri lettori.
MARCO CINQUE
Condividi
PDF

Diversi gruppi nativi in Canada hanno chiesto con urgenza l’apertura di un’inchiesta a livello nazionale sulle scuole residenziali dopo il ritrovamento dei resti di 215 bambini in una di queste, nella British Columbia. Lo riporta la Bbc. La scoperta, annunciata la settimana scorsa dalla comunità dei Tk’emlups te Secwepemc, ha suscitato indignazione e portato tante persone a creare memoriali improvvisati, posizionando scarpine su scalinate o in altri luoghi per ricordare le migliaia di bambini che furono strappati alle loro famiglie per essere chiusi in collegi cattolici. Il primo ministro Justin Trudeau ha promesso “azioni concrete” ma non ha fornito alcun dettaglio su eventuali iniziative. “Come padre, non riesco a immaginare come sarebbe se i miei figli mi venissero portati via”, ha detto il premier canadese ai giornalisti. “E come primo ministro, sono sconvolto dalla politica vergognosa che ha strappato i bambini indigeni alle loro comunità”. Perry Bellegarde, capo dell’Assemblea delle First Nations, le comunità di nativi, ha affermato in un comunicato che le famiglie “meritano di conoscere la verità per avere modo di guarire dal dolore. Un’indagine approfondita su tutte le scuole residenziali potrebbe portare alla luce nuove verità sul genocidio del nostro popolo”, ha sottolineato Bellegarde. [Ansa]

Grazie a Marco Cinque, giornalista, poeta, scrittore, fotografo, grande e appassionato conoscitore della complessa realtà dei nativi americani, della loro storia e delle loro storie, la nostra rivista si è occupata come poche in Europa, e con grande competenza ed empatia, delle vicende dei popoli nativi dell’America settentrionale. Qui di seguito riproponiamo gli articoli principali scritti da Marco sull’argomento, a iniziare dalla vicenda tragica dei bambini indigeni in Canada, in questi giorni al centro della cronaca internazionale.

Nativi canadesi, il genocidio dimenticato

Non solo gli Stati Uniti. Anche il “civilissimo” Canada ha una storia di soprusi, violenze, nefandezze e uccisioni di indigeni, compresi i bambini. Una storia su cui finalmente si comincia a far luce.

River of Silence. Il massacro impunito delle native canadesi

Quattromila famiglie indigene hanno perduto una madre, una sorella, una figlia. Nell’omertà che troppo a lungo ha coperto e favorito una strage che poteva essere evitata. Un nuovo film ne racconta la storia.

Se i nativi indossano la divisa dei visi pallidi

La questione spinosa e controversa della partecipazione di soldati indigeni alle guerre dell’imperialismo americano.

La musica dei Nativi d’America

È un percorso comunicativo che non si avvale esclusivamente del messaggio uditivo, ma che è un insieme di espressioni da collocarsi nella più appropriata definizione di “drammatizzazione”: i passi di danza, le movenze, i paramenti e i colori sono “note altre” che, insieme alle note suonate e ai canti si fondono in un unico sentiero musicale.

La “vera” poesia contemporanea dei Nativi-Americani

Una selezione di un coro di voci poetiche di autrici e autori. Per contribuire a rendere una visione autentica, quindi più reale e rispettosa di ciò che essi realmente sentono, pensano e vivono.

Processo ai prigionieri politici di Standing Rock

Molti protagonisti della grande della grande rivolta pacifica dei Lakota Sioux, repressa in maniera brutale, stanno patteggiando. Non perché colpevoli, ma perché affrontare i processi significherebbe mettersi nelle mani di giurati ostili.


ytali è una rivista indipendente. Vive del lavoro volontario e gratuito di giornalisti e collaboratori che quotidianamente s’impegnano per dare voce a un’informazione approfondita, plurale e libera da vincoli. Il sostegno dei lettori è il nostro unico strumento di autofinanziamento. Se anche tu vuoi contribuire con una donazione clicca QUI


La vergogna del Canada. Si apra subito un’inchiesta ultima modifica: 2021-06-01T13:23:58+02:00 da MARCO CINQUE

VAI AL PROSSIMO ARTICOLO:

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

2 commenti

Avatar
Pino Ricci 3 Giugno 2021 a 15:54

Grazie a Marco Cinque per la costante, documentata, attenzione alla realtà dei nativi americani, figli di un dio minore, di cui pochissimo si parla sulle varie testate giornalistiche: Una realtà che dovrebbe far veramente vergognare i governi degli USA e del Canada, che hanno sempre cercato di nascondere

Reply
Avatar
Patrizia Ribelli 3 Giugno 2021 a 16:18

Marco Cinque: una delle pochissime persone che argomentano e scrivono con competenza e passione, che si documenta alla fonte e non si accontenta del “sentito dire”. Grazie per essere sempre dalla parte dei senza voce, ora più che mai, in questi momenti di imbarbarimento a tutti i livelli.

Reply

Lascia un commento