Normalità

scritto da ANTON EMILIO KROGH
Condividi
PDF

NORMALITÀ: l’uso smodato di questa parola ci impedirà ogni evoluzione! Dobbiamo arrivare ad accettare che la “normalità”di prima non esiste e più. Anche chi si è vaccinato la finisca con la cavolata di voler fare tutto come prima! Non è più possibile, almeno per ora! Baciarsi, abbracciarsi, ritrovarsi e assembrarsi nei posti chiusi continua ad essere pericoloso, perché anche se non si finisce in ospedale si allargano i contagi che comunque possono fare ammalare più gravemente alcuni soggetti. I non vaccinati innanzitutto, e anche alcuni vaccinati purtroppo! Le conseguenze dei comportamenti irresponsabili sono sotto gli occhi di tutti: è bastato un mesetto e sta richiudendo tutto, nonostante il caldo e nonostante i vaccini! In tutti i modi ci hanno detto che questa maledetta variante Delta “buca” i vaccini e che ci possiamo contagiare tutti. Ma niente, tornare alla “normalità“ era più importante, era la sola cosa che contava per un’unanimità rilevatasi più stupida del previsto!

ytali è una rivista indipendente. Vive del lavoro volontario e gratuito di giornalisti e collaboratori che quotidianamente s’impegnano per dare voce a un’informazione approfondita, plurale e libera da vincoli. Il sostegno dei lettori è il nostro unico strumento di autofinanziamento. Se anche tu vuoi contribuire con una donazione clicca QUI

Purtroppo mi sento una mosca bianca, quasi tutti i vaccinati ragionano come se il Covid non fosse mai esistito, se ne sbattono di qualsiasi minima precauzione e adesso anche per colpa loro e di questo atteggiamento idiota e irresponsabile ci ritroveremo come se non peggio di prima!

Quanto ai non vaccinati, sinceramente non me la sento al momento di essere così violento e aggressivo come vedo sta accadendo a troppi. In un momento totalmente privo di certezze, ogni dubbio e scelta e’ e deve rimanere legittima, perché ripeto: se noi vaccinati avessimo osservato in tutto il mondo un minimo comportamento corretto e tre regole basilari: no abbracci, no baci e mascherina SUL NASO nei posti chiusi, oggi non saremmo di nuovo messi così male!

Quindi questa guerra tra poveri e disperati non la trovo ne’ giusta , ne’ soprattutto produttiva di nulla se non di alimentare odio e dare ancora più forza a questo nemico invisibile che invece dovrebbe vederci molto più uniti e compatti nel bandire dalle nostre vite la parola “normalità“ e concentrarci su una strategia comune per annientarlo!

Abituiamoci a pensare che almeno per un po’ la “normalità“ che conoscevamo non tornerà e impariamo a indirizzare le nostre esistenze verso nuove visioni e abitudini.

Normalità ultima modifica: 2021-07-18T20:00:21+02:00 da ANTON EMILIO KROGH

VAI AL PROSSIMO ARTICOLO:

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lascia un commento