Il reverendo Jones dei no-vax

YTALI
Condividi
PDF

Il 18 novembre del 1978, 913 persone, che facevano parte del cosiddetto Tempio del popolo, si tolsero la vita. Tra loro 219 bambini. Il più grande suicidio di massa che la storia moderna ricordi. Il Tempio del popolo era una setta fondata e guidata dal predicatore statunitense Jim Jones, originario di Lynn, Indiana. Il movimento s’era insediato nella Guyana nordoccidentale, in una località comunemente chiamata Jonestown.

Quel giorno di quarantadue anni fa, il reverendo Jones radunò i seguaci per annunciare che era giunto il momento di commettere il “suicidio rivoluzionario”. Quindi fece portare un bidone contenente succo di frutta, cianuro di potassio, Valium, idrato di cloralio e cloruro di potassio e ordinò agli adepti di berne un bicchiere, imponendo alle madri di farlo ingerire ai propri figli. L’avvelenamento si consumò nel giro di pochi minuti e gli adepti videro morire i propri compagni di avventura tra convulsioni e dolori lancinanti. Il reverendo non morì avvelenato, ma si suicidò sparandosi un colpo di pistola alla testa.

Centinaia e centinaia di persone sacrificarono, consapevolmente, la propria vita nel nome di un Dio, di Satana, di un capo carismatico, pensando di aver trovato un porto sicuro, la salvezza.

Da Facebook

Bisogna risalire ai giorni nostri per osservare un fenomeno di portata analoga a quella del suicidio collettivo di Jonestown, che, anzi, al confronto, è ben piccola cosa.

Gran parte dei decessi causati da Covid interessa persone non vaccinate, molte delle quali per scelta, consapevoli quindi di andare incontro alla morte. Ci sono anche episodi di malati terminali di Covid che fin all’ultimo istante hanno chiesto di non essere curate.

Sono vittime di novelli reverendi Jones? Negli anni Settanta non c’erano i social. C’è da chiedersi – ci fossero stati – se non ci sarebbe stato allora un fenomeno imitativo come quelli che oggi sono molto comuni nella rete. Oggi non c’è un reverendo Jones, ma c’è un reverendo Jones – come dire? – collettivo, che è la grande mole d’informazioni falsificate, manipolate, alterate, fuorvianti, diffuse da pseudoscienziati, psedocostituzionalisti, pseudofilosofi, medici senza scrupoli, una congerie di teorie e teoremi organizzata ideologicamente e abilmente fatta circolare, di portata globale, che ha la presa sulla mente di tante persone, disposte ad arrivare fino all’estremo sacrificio della propria vita e di quella dei propri cari, la stessa presa che ebbe il reverendo Jones sui suoi adepti.

La differenza è che gli adepti di Jones si tolsero la loro, di vita. I loro emuli d’oggi attentano anche alla vita degli altri.

La setta di Jones ha prodotto studi, inchieste, documentari, film. Offrendo ipotesi e suggestioni per spiegare il fenomeno, che resta comunque inspiegabile. Come vani sono i tanti tentativi di spiegare il comportamento dei no-vax.

Il reverendo Jones dei no-vax ultima modifica: 2022-01-11T20:48:02+01:00 da YTALI

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lascia un commento

sostieni ytali.com

la sua indipendenza dipende da te

YTALI.COM È UNA RIVISTA GRATUITA E INDIPENDENTE. NON HA FINANZIATORI E VIVE GRAZIE AL SOSTEGNO DIRETTO DEI SUOI LETTORI. SE VUOI SOSTENERCI, PUOI FARLO CON UNA DONAZIONE LIBERA CHE ORA È ANCHE FISCALMENTE DETRAIBILE O DEDUCIBILE DAL TUO REDDITO, PERCHÉ SIAMO UN’A.P.S. ISCRITTA AL R.U.N.T.S. (art 83 Dlgs 117/2017)