Saverio Tonoli. La mostra continua

Sarà prolungata fino al 4 dicembre prossimo Tinture/Dyes, presso la Sala del Camino, nel Chiostro dei Santi Cosma e Damiano alla Giudecca.
BARBARA MARENGO
Condividi
PDF

Sarà prolungata fino al 4 dicembre prossimo la mostra Tinture/Dyes di Saverio Tonoli, aperta dal 6 settembre presso la Sala del Camino, grandioso ambiente nel Chiostro dei Santi Cosma e Damiano alla Giudecca. Organizzata nell’ambito del progetto “Come trattenere l’energia che ci attraversa. Paesaggi” voluto dalla Fondazione Bevilacqua La Masa nel 2021 della pandemia, la mostra del giovane artista toscano ma cosmopolita vuole rimarcare il legame forte tra esseri viventi e regno animale oltre che vegetale, mondi inseriti in un paesaggio comune che tocca l’inizio e la fine di ogni vita. La visita  della mostra è – in questi giorni e fino alla chiusura –  su prenotazione, e gli ospiti saranno seguiti dal curatore.

Le visite sono prenotabili presso gli uffici della Fondazione (cell. 3477151799).

Il curatore Stefano Coletto sottolinea come le grandi opere di Tonoli s’inseriscano perfettamente in questi vasti spazi inondati di luce, e trovino una nuova espressione dimostrando come la materia si trasformi raccogliendo energia. Sono gli elementi primordiali come l’acqua, le rocce, il vento assieme alla carta e agli inchiostri, a formare opere di grandi dimensioni, oltre dieci metri lineari per due di altezza, che trovano nella Sala del Camino una collocazione speciale. Gli studi effettuati dall’Artista in Asia su vari tipi di carta, seta e tela danno luogo a suggestive creazioni, nate con un contatto strettissimo con la natura: tele dipinte ed  inserite per qualche tempo nelle fessure degli scogli marini e lavorate poi in laboratorio in una “collaborazione” tra ambiente e mano umana. Speciali processi di lavorazione marcano le opere di Tonoli, delle quali abbiamo trattato su questa rivista

Oggi il curatore Stefano Coletto afferma che “la mostra, molto bella, è collocata in uno spazio di grande suggestione. Si nota uno studio attento dell’allestimento in relazione all’architettura storica preesistente”, una sala di oltre trenta metri di lunghezza per dieci di larghezza, dominata da un grande camino in pietra. In questi 348 metri quadrati di superficie le opere di Tonoli sfruttano le grandi dimensioni di altezza e profondità per galleggiare nell’aria illuminata dalla luce del giardino interno al chiostro. 

“Leggendo” così le opere dell’Artista e conoscendone studi e provenienze si entra nella dimensione della natura che compenetra la nostra vita, collegando mondi lontani a tradizioni locali, tra materiali e colori, in un mondo che anche nelle tele sembra in movimento. 

Saverio Tonoli. La mostra continua ultima modifica: 2022-11-07T21:35:44+01:00 da BARBARA MARENGO
Iscriviti alla newsletter di ytali.
Sostienici
DONA IL TUO 5 PER MILLE A YTALI
Aggiungi la tua firma e il codice fiscale 94097630274 nel riquadro SOSTEGNO DEGLI ENTI DEL TERZO SETTORE della tua dichiarazione dei redditi.
Grazie!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lascia un commento