Progetto Rialto. Riprendono le Lezioni di storia

PAUL ROSENBERG
Condividi
PDF

English Version

Con lo scoppio della crisi pandemica e col conseguente lockdown, agli inizi del 2020, sembrava che tutto si dovesse fermare. Ma c’è voluto poco perché in tanti, persone e organizzazioni, riuscissero a scongiurare l’arresto delle attività, sforzandosi d’escogitare modi nuovi e diversi per continuare a portarle avanti.

È il caso dell’Associazione Progetto Rialto. Già poco dopo la sua nascita, nel 2019, Progetto Rialto collaborava con le Gallerie dell’Accademia per presentare una serie di incontri – le Lezioni della Storia – rivolti non solo ai turisti ma a tutte le diverse tipologie di visitatori provenienti da tutto il mondo per motivi diversi e a coloro che vivono in città, sia stabilmente sia transitoriamente.

Vale la pena sottolineare questo punto. Infatti, sebbene sia legittimamente considerato il cuore e l’anima di Venezia, nonché letteralmente il suo punto di origine, Rialto era un tempo – anche e in misura altrettanto importante – un centro vitale del commercio internazionale – un “World Trade Center” che attirava visitatori da tutto il mondo, molti dei quali si stabilivano in città per periodi più o meno lunghi. È stato proprio questo afflusso di “foresti” che ha reso Rialto – e Venezia – un’attrazione così forte per così tante persone, fossero autoctone o meno, e un sito così potente e rilevante per il commercio e la cultura.

La storia di Rialto ha dunque molto da insegnarci, e proprio seguendo questa convinzione Progetto Rialto aveva lanciato le Lezioni della Storia, con tre eventi pubblici di grande successo all’Accademia, a gennaio e febbraio 2020, a partire dalla storia del mercato stesso, dalle origini al suo attuale declino, anche tematizzando sulle sfide del turismo e sul rapporto di Venezia con il mondo musulmano. Noti relatori si erano susseguiti discutendo di commercio (marittimo e terrestre), produzione artigianale e innovazione industriale nell’età moderna, di ruolo delle donne nell’amministrazione della ricchezza, nel commercio delle spezie e molto altro ancora. L’obiettivo prioritario era quello di dare sostegno agli operatori del mercato e di contribuire a rigenerare e riqualificare un’area urbana molto importante, oggi in condizione di degrado.

Quando è arrivata la pandemia, Progetto Rialto è diventato uno di quei gruppi che non si sono fermati, ma hanno solo cambiato il loro modo di lavorare. La serie Lezioni è infatti ripresa il 30 novembre 2020 via Zoom e via streaming Facebook. Nonostante le difficoltà, è apparso chiaro come i temi in discussione fossero davvero di grande interesse per i veneziani e per coloro che amano Venezia e ne seguono le vicende da lontano. Inoltre, i temi trattati nelle Lezioni sembravano diventare ancora più attuali in un momento in cui ovunque si era cominciato a parlare di “sostenibilità” nella vita quotidiana, di “negozi di vicinanza” e di prodotti a chilometro zero. Tutto questo ha contribuito a suscitare un atteggiamento attivo, vivace e propositivo tra i membri dell’Associazione e un accresciuto senso di vitalità per il lavoro che stava svolgendo.

Anche questo format online ha i suoi vantaggi. Innanzitutto, i video di ogni presentazione restavano (e restano) online su YouTube per poter quindi essere visualizzati in qualsiasi momento dopo l’evento vero e proprio, a disposizione di tutti coloro che si fossero persi l’evento o li avessero trovati online e fossero interessati. Un altro vantaggio del format è che chiunque voglia partecipare attivamente alle sessioni Zoom può richiedere le credenziali e partecipare alla discussione. Le sessioni hanno visto relatori provenienti da altre città italiane (Padova, Udine, Napoli), ma anche da Parigi, e da San Paolo del Brasile. Gli spettatori si sono connessi da tutto il mondo.

Questo connubio unico di storia e tecnologia ha permesso alla serie di continuare online per tutto il 2021, fino alle vacanze estive del 2022. Questo adattamento a un evento importante della storia attuale, che si svolge in tempo reale, ha contribuito a generare grande interesse non solo verso la poliedrica storia di Rialto, ma anche e soprattutto nella costruzione di un progetto per il futuro di Rialto. Quel lavoro è in corso e sarà oggetto di un prossimo articolo.

Oggi, nel 2023, la situazione con il Covid pare stabilizzata e gli attuali protocolli di sicurezza sanitaria permettono di tornare a un esercizio quasi “normale” della vita culturale della città. Così l’Associazione Progetto Rialto e le Gallerie dell’Accademia hanno deciso di rilanciare le Lezioni della Storia con una serie di appuntamenti in presenza e con rinnovato entusiasmo. Il tema di quest’anno è “Il Mercato dell’Arte. L’arte al mercato”, con incontri che approfondiranno questo tema in un lungo arco di tempo (dal XV al XX secolo). I relatori invitati racconteranno agli ascoltatori la storia di come e dove si svolgeva il commercio dell’arte a Venezia, che si trattasse di dipinti, sculture, incisioni o stampe.

È noto che il mercato di Rialto (inteso come luogo di scambio di prodotti, relazioni e linguaggi) fa parte del DNA stesso di Progetto Rialto, ed è anche chiaro che l’Accademia rappresenta un luogo molto speciale nella città in cui presentare questa storia. Questa importante collaborazione ha superato una sfida storica per continuare a parlare e imparare dalle lezioni della storia.

Le lezioni sono disponibili gratuitamente a tutti fino a esaurimento dei biglietti, e saranno inoltre registrate e rese disponibili per la visione sul canale YouTube di Progetto Rialto e sul sito web del museo.

Calendario delle Lezioni nella primavera 2023 come segue:

____________________________________________________________________________________

24 gennaio 2023 – 17:00

Luca Zentilini

Stampe venete dal XV al XX secolo. Mercato e collezionismo/Venetian printing from the 15th to the 20th century. The market and collectors

_____________________________________________________________________________________

7 febbraio 2023 – 17:00

Linda Borean – Università di Udine

“Non può negarsi alla Pittura un titolo nel commercio”. Mercato e collezionismo d’arte tra Venezia e l’Europa nel Settecento

_____________________________________________________________________________________

28 febbraio 2023 – 17:00

Isabella Cecchini – Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea (ISEM–CNR)

L’arte con gli occhi dei funzionari. Le licenze di esportazione e il ruolo della Soprintendenza a Venezia: un caso di studio attorno al 1920

_____________________________________________________________________________________

7 marzo 2023 – 17:00

Claudia Caramanna

I “Mercati” dei Bassano. Arte e vita in Terraferma

_____________________________________________________________________________________

21 marzo 2023 – 17:00

Bernard Aikema – Università di Verona

Mercati d’arte e ‘branding’: Venezia e Anversa a confronto

_____________________________________________________________________________________

4 aprile 2023 – 17:00

Lorenzo Lazzarini – IUAV

I marmi e le pietre dei monumenti veneziani: una introduzione

____________________________________________________________________________________

18 April 2023 – 17:00

Clarissa Ricci – Università di Bologna

“Venezia il più bel mercato del mondo”: le politiche commerciali della Biennale di Venezia

Progetto Rialto. Riprendono le Lezioni di storia ultima modifica: 2023-01-23T16:16:34+01:00 da PAUL ROSENBERG
Iscriviti alla newsletter di ytali.
Sostienici
DONA IL TUO 5 PER MILLE A YTALI
Aggiungi la tua firma e il codice fiscale 94097630274 nel riquadro SOSTEGNO DEGLI ENTI DEL TERZO SETTORE della tua dichiarazione dei redditi.
Grazie!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lascia un commento