“A un’amica”, di Giorgio Bassani

scritto da Studio MAB21

Mi dicevi
sdraiata lunga distesa
nel tuo immenso lettone Biedermeier
così decisamente
frocesco
– ed io in piedi dai piedi ti ascoltavo –

Che sono un egoista egocentrico
che arrivo a fumare il sigaro nella camera di una dama
che con me non si può discutere
che una poesia o un racconto a me non li si può proprio
leggere
che faccio sempre sentire agli altri
me di qua gli altri di là
eccetera

Va bene cara ma come
scusa
potrebbe essere diversamente?

E senti
poi
chi
parla

“A un’amica”, di Giorgio Bassani

“A un’amica”, di Giorgio Bassani ultima modifica: 2016-11-18T01:50:55+00:00 da Studio MAB21

VAI AL PROSSIMO ARTICOLO: