“Autunno”, di Abu L’Hasan Ali Farrokhi

scritto da Studio MAB21

Autunno

Tempio d’oro

dove albergano gli idoli bambini

e canta a piena voce il melograno

impudico i segreti dell’amore.

Autunno, platano d’oro,

onde piove al passante innamorato

sciame di foglie: intorpidite mani

che il belletto dipinge di rubino.

Autunno color vino,

malinconia di vigna abbandonata.

Acceso il cuore in densa nostalgia,

dita morenti sugli afflitti rami.

Ma il narciso è Signore

cui sacrifica sé tutto il giardino.

Da ogni ramo un’offerta per il fiore

e le nuvole-gru guardan dal cielo.

“Autunno”, di Abu L’Hasan Ali Farrokhi

“Autunno”, di Abu L’Hasan Ali Farrokhi ultima modifica: 2017-12-05T11:04:00+00:00 da Studio MAB21