“Corse un’acqua di sogno”, di Renzo Favaron

Studio MAB21
Condividi
PDF

Con la voce mai avuta
ho misurato il raggio di sole
che sprangava la tua casa,
ho sollevato le braccia alla sera
affinché le imposte fossero dischiuse.

Corse un’acqua di sogno.
Inutilmente.
Dove li prenderemo, adesso
che è inverno, i frutti dell’estate?
Perduta la chiave della città
siamo invecchiati d’un tratto.

E ora niente più resta,
a parte questo silenzio
che ti offro ancora nelle parole.
Cynthia, i frutti in estate ritorneranno,
ma ognuno all’altro mancherà.

“Corse un’acqua di sogno”, di Renzo Favaron

Da Voci d’interludio (Centro Internazionale della Grafica, Venezia, 1989)

“Corse un’acqua di sogno”, di Renzo Favaron ultima modifica: 2023-12-01T15:59:45+01:00 da Studio MAB21
Iscriviti alla newsletter di ytali.
Sostienici
DONA IL TUO 5 PER MILLE A YTALI
Aggiungi la tua firma e il codice fiscale 94097630274 nel riquadro SOSTEGNO DEGLI ENTI DEL TERZO SETTORE della tua dichiarazione dei redditi.
Grazie!