“Dolce amica vecchiaia non mi tradire”, di Marina Mariani

scritto da Studio MAB21

Dolce amica vecchiaia non mi tradire
proprio adesso che sto per raggiungerti – non ti perdere
nella nebbia fumosa delle pianure fra i pioppi
non mi lasciare in mezzo all’autostrada
chiusa nell’Autobianchi A112
Vado e vengo e ti desidero – ti aspetto.
Le cose se ne andranno, e le persone che invitano
a banchetti spregevoli o idioti si fermeranno in un gesto
come statue di cera. Finalmente la vita avrà un ritmo
regolare voluto da me. Il grande fiume
delle automobili e delle ideologie continuerà a scorrere
parte del panorama lontano; ma la finestra si aprirà sui limoni
piantati da me e cresciuti per vigore naturale.
Si tratterà di uscire evitando la pioggia; di rientrare
prima che faccia buio; di scegliere gli indumenti giusti.
Si tratterà finalmente di essere estranei quel tanto
che necessita – senza rimorsi.

“Dolce amica vecchiaia non mi tradire”, di Marina Mariani

“Dolce amica vecchiaia non mi tradire”, di Marina Mariani ultima modifica: 2017-06-11T21:24:00+00:00 da Studio MAB21