“Sfere di fuoco”, di Tomas Tranströmer

scritto da Studio MAB21

Nei mesi oscuri la mia vita scintillava

solo quando ti amavo.

Come la lucciola si accende e si spegne, si accende e si spegne,

– dai bagliori si può seguire il suo cammino

nel buio della notte tra gli ulivi.

 

Nei mesi oscuri l’anima stava rannicchiata

e senza vita

ma il corpo veniva dritto verso di te.

Il cielo notturno mugghiava.

Furtivi mungevamo il cosmo e siamo sopravvissuti.

“Sfere di fuoco”, di Tomas Tranströmer

“Sfere di fuoco”, di Tomas Tranströmer ultima modifica: 2017-01-13T09:59:23+00:00 da Studio MAB21