The Donald 2, intrattenitore in salsa cinese

Un pensionato dello Hunan fa fortuna grazie alla sua somiglianza con il presidente americano. Ne fa l'imitazione e diventa una star
scritto da EUGENIO PENDOLINI

Sessantaquattro anni, pensionato, Li Liangwei vive una seconda vita. Come celebrità. Una fama che deve all’americano in questo momento più conosciuto al mondo. Il Donald dalla bionda chioma fluente. Già perché Li è diventato famoso in Cina grazie alla sua somiglianza con il presidente repubblicano, verso il quale professa sincera ammirazione. Anche perché l’imitazione che ne fa gli rende molto.

Mentre va in scena il primo vertice ufficiale tra Donald Trump e Xi Jinping a Mar-a-Lago, golf club del presidente statunitense in Florida, l’altro Donald si gode nella sua Yueyang, nello Hunan, un clamoroso successo che è frutto solo del destino, di una sera a casa d’amici, uno dei quali nota la sua notevole somiglianza con il numero uno americano, non fosse per la chioma, nera, e gli occhi, neri anch’essi.

Una storia finita sulle colonne di Time.

Direttore in pensione di una rivista d’arte, originario della provincia dello Hunan nel sud della Cina, Li candidamente confessa a Charlie Campbell di Time: “Un mio amico mi ha detto che assomigliavo a Mr. Trump, il presidente americano. Non avevo idea di chi fosse”.

È l’evento che lo trasformerà, lui persona riservata e tranquilla, nell’imitatore più famoso del suo paese. Attualmente Li Liangwei guadagna migliaia di dollari. Le sue performance avvengono per lo più durante eventi commerciali e gli fruttano tra i diecimila e i quindicimila yuan, a seconda delle occasioni.

Com’è ovvio, Li ha dovuto superare degli ostacoli di natura fisica per assomigliare al presidente statunitense. Per questo si è rivolto a Zou Danrong, agente dei nomi più famosi dell’entertainment cinese.

Il colore dei loro capelli è diverso, così ho chiesto allo stilista di tingere i capelli di Li di grigio e bianco. Lo stesso vale per il colore degli occhi, per cui abbiamo usato delle lenti a contatto colorate. Con queste accortezze, sembrano davvero molto simili.

A parte la somiglianza fisica, secondo Zou sono “l’umorismo e lo spirito d’intrattenimento” le caratteristiche che rendono davvero credibili gli show di Li.

Ma oltre all’aspetto estetico, un’altra trasformazione sembra farsi strada in lui. Abbandonata la vita pacata dedicata allo studio e alle arti marziali cantonesi, Li si è fatto una sua idea. Racconta all’inviato di Time:

Uscivo di casa solo per le faccende importanti, la politica non mi interessava. Ma giorno per giorno cresce il mio rispetto per Mr. Trump. Alla sua età lavora ancora duro e si dà da fare per la sua nazione. La cosa più importante che mi dice la gente è che gli assomiglio non solo in apparenza, ma anche nello spirito e nel temperamento. [E aggiunge, con una punta d’orgoglio] Queste sono le qualità che fanno grande un uomo. E non si costruiscono in un giorno.

Un sostenitore in più per Trump. Anche se si tratta di un’“imitazione” cinese.

 

 

The Donald 2, intrattenitore in salsa cinese ultima modifica: 2017-04-07T18:06:40+00:00 da EUGENIO PENDOLINI

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lascia un commento